Il muro del canto concerto 10 agosto
10 Agosto 2017
21:00
Free

Il muro del canto concerto. La Notte di San Lorenzo a Piazzale del Verano.
Sarà un occasione speciale, l’ultima data a Roma del tour, poi per la prima volta dopo anni ci fermeremo per diversi mesi per lavorare al prossimo disco. Una festa per salutare tutto il pubblico che ci segue, un modo per stare insieme, un concerto speciale, gratuito, nel quartiere in cui abbiamo mosso i nostri primi passi.

Un concerto per tutti quelli che ad Agosto restano a Roma.
Il Muro Del Canto è una voce popolare senza tempo. È l’inno alla terra, il disincanto, la serenata. È un canto accorato di lavoro, è la ninna nanna antica. È un progetto musicale che commuove, risveglia e infuoca gli animi. Fa piangere, sorridere e danzare.

Il muro del canto concerto, 10 agosto – Viteculture Festival, Roma

Il Muro del Canto torna con il terzo e attesissimo lavoro in studio, Fiore De Niente. La band romana propone un album che mette in evidenza i propri tratti distintivi e, allo stesso tempo, introduce novità sia nella lirica che nella realizzazione degli arrangiamenti. Continua la ricerca di un linguaggio nudo e reale che prende nettamente e volutamente le distanze dagli artifici comunicativi del cantautorato contemporaneo. La forza del dialetto capitolino, che da sempre nutre le salde radici della band, emerge chiaramente fin dal titolo: un omaggio alla tradizione canora romana descritta con tutta la disillusione e la rabbia dell’uomo che vive nel presente. Il suono si compone di molteplici sfumature che vanno dal folk americano al blues più ruvido, dal sound irish alle colonne sonore marcatamente western di Ennio Morricone, passando attraverso melodie familiari agli chansonnier francesi che, annerite, romanizzate e spinte verso il rock arrivano a lambire il punk. La voce è quella potente e profonda di Daniele Coccia che trascina l’ascoltatore nel suo mondo a tinte scure; batteria, percussioni e voce narrante sono di Alessandro Pieravanti; la chitarra acustica è quella delle ritmiche solide e distintive di Eric Caldironi; al basso la fantasia di Ludovico Lamarra; ruvida e graffiante è la chitarra elettrica di Giancarlo Barbati Bonanni; la fisarmonica dà voce alle melodie senza tempo di Alessandro Marinelli. Ospite insostituibile del sestetto romano, Andrea Ruggiero al violino.

Fiore De Niente è una contraddizione in termini. Il fiore, massima espressione della vita di una pianta, si contrappone all’idea del niente e del vuoto. Il risultato è una riflessione legata al tempo che stiamo vivendo: si esalta la capacità dell’individuo di fiorire anche nelle condizioni limitanti e opprimenti che la realtà di tutti i giorni ci impone.

Formazione
Daniele Coccia: voce e testi
Alessandro Pieravanti: percussioni, batteria e voce narrante
Ludovico Lamarra: basso elettrico
Eric Caldironi: chitarra acustica e pianoforte
Giancarlo Barbati Bonanni: chitarra elettrica e cori
Alessandro Marinelli: fisarmonica

Vedi tutto il programma di Viteculture Festival

10 Agosto 2017
21:00
Free